Translate

sabato 6 giugno 2015

Vacanze Pazze: dove andare per vedere cose fuori dal comune.(Blogviaggi)


Derivanti da usanze più o meno antiche le feste tradizionali in giro per il mondo sono ormai molto ambite da quei vacanzieri alla ricerca di adrenalina, divertimento o immagini suggestive.
Religiose e non, molte volte le usanze di questi giorni di festa sono piuttosto eccentriche tanto da far urlare alla pazzia, eppure in quei giorni le città sono praticamente inaccessibili, e se non prenotato per tempo è impossibile trovare un hotel.
Le feste “pazze” in giro per il mondo sono innumerevoli e un elenco completo è praticamente improponibile, ma vogliamo segnalare quelle, più o meno conosciute, che potrebbero dareun tocco di colore alle vostre vacanze.

Festa di San Firmino, Spagna – Pamplona

La festa di Pamplona
Tra le usanze fuori dal comune che resistono negli anni la corsa con i tori tra le strade di Pamplona è sicuramente una delle più famose, oltre che facilmente raggiungibile dall’Italia anche solo per un week end.
La Festa di San Firmino si tiene a Luglio e per una settimana migliaia di persone aspettano ogni mattina alle 8 l’apertura dei cancelli che segna lo scontro tra i tori e i “Sanfermirines”: uomini vestiti con i tradizionali colori bianco e rosso che corrono all’impazzata lungo il percorso di meno di un chilometro tra “Cuesta de Santo Domingo” e “Plaza de Toros”. Per questo misto di adrenalina e paura la Festa di San Firmino è sicuramente la regina delle vacanze pazze in giro per il mondo.

 Tomatina, Spagna – Bunol

La battaglia dei pomodori
Sempre in Spagna, e sempre molto conosciuta, è la Tomatina, festa-battaglia del borgo di Bunol vicino Valencia.
Basata su una presunta battaglia improvvisa tra 2 bande di opposte fazioni, la Tomatina si svolge l’ultimo mercoledì di agosto. Nell’ultima edizione ha visto ben 40.000 persone che in un’ora si sono bersagliate con 115 tonnellate di pomodori per una vera battaglia all’ultimo “sangue” senza vincitori ne vinti.

Festival Vegetariano, Thailandia-Phuket

Una festa molto cruenta
Non adatto a chi facilmente impressionabile, il Festival Vegetariano dell’isola di Phuket in Thailandia, non offre una battaglia, ma sicuramente immagini abbastanza cruente. Nei nove giorni di festeggiamenti a cavallo tra settembre e ottobre, gli uomini sfilano in processione invocando gli dei trafiggendosi con ogni tipo di spuntone.

Highland Games, Scozia

Le olimpiadi Scozzesi
Molto più folcloristici gli Highland Games Scozzesi: una serie di gare di forza con attrezzi non propri delle olimpiadi dei tempi moderni: un esempio è il lancio del palo o il semplice tiro alla fune. Naturalmente è obbligo degli atleti indossare il kilt…. Se con o senza slip lo lasciamo appurare a voi.
Tutte le informazioni su questo evento le potrete trovare nel sito ufficiale dell’ Ente nazionale scozzese per il turismo

Burning Man Festival

Famoso raduno nel deserto de Nevada
Ogni anno circa 50000 persone, principalmente yippie, si radunano ad agosto nel deserto del Nevada ballando nudi giorno e notte fino all’ultimo giorno quando viene dato fuoco nella notte ad un fantoccio a sancire la fine della festa.

Festa delle Lanterne, Taiwan

Importante festa di Taiwan
Neanche la festa delle Lanterne rientra nell’elenco delle feste pazze a base di adrenalina e follia, ma offre comunque agli spettatori uno spettacolo fuori dal comune. Questa festa è organizzata come rito propiziatorio di buon anno il quindicesimo giorno del primo mese lunare del calendario cinese. Lungo le strade di Taiwan per tutto il periodo si può godere dell’offerta di ravioli tipici nei banchetti sparsi qua e là. La festa si conclude con la processione sulla montagna Pingshi. Ogni partecipante lungo il tragitto porta con se una lanterna con sopra attaccati buoni propositi e preghiere per il nuovo anno.

Magpie Festival, San Valentino cinese

Il San Valentino cinese
Un San Valentino alternativo…che sembra più una sagra della casalinga che la festa degli innamorati potete ammirarlo in Cina in occasione del Magpie Festival: decisamente qualcosa di molto, ma molto lontano da noi.
Il Magpie Festival cinese risale almeno a 1500 anni fa, e cade durante il settimo giorno nella settima luna del calendario cinese, . Si tratta di una festa prevalentemente femminile, legata alla figura della donna nella Cina storica. Durante il festival le donne che sono single si cimentano in diverse prove adatte alla cosiddetta “Donna da Sposare”, come il ricamo o l’abilità in cucina, per convincere uomini e famiglie della loro “appetibilità” come mogli.
Insomma feste fuori dal comune per ogni gusto e fantasia in fin dei conti ormai ogni scusa è buona per inventare un nuovo giorno di baldoria. Basta pensare che in Australia dagli anni ’80 ormail si festeggia il Bonza Bottler Day per avere ogni mese un giorno di festa (il giorno in cui il numero del mese corrisponde con il numero del giorno).
Naturalmente in quel giorno si festeggia ciò che si vuole…con chi si vuole.. e come si vuole!!


Tratto da http://www.blogviaggi.com/