Translate

lunedì 17 giugno 2013

Vacanze a Stresa. Conosci il Lago Maggiore noleggiando un’imbarcazione

Per chi non avesse ancora deciso la propria destinazione per le vacanze estive proponiamo oggi una vera e propria perla per intenditori: Stresa. La città, chiamata “La Regina del Lago Maggiore”, in provincia di Verbania, è famosissima in tutto il mondo per le Isole Borromee (Isola Madre, Isola Bella, Isola dei Pescatori) con i due esemplari palazzi ed i giardini all’italiana, per le Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore, per la località sciistica del Mottarone ed il Giardino botanico Alpinia, per il Concorso Nazionale di Canto Corale, per il Premio Stresa Narrativa ed il Festival letterario “Stresa, un aperitivo con…”.
Un concentrato di cultura, arte, flora e fauna che incanta da secoli intellettuali, scrittori e musicisti che, con il loro contributo, hanno reso unica la cittadina affacciata sul Golfo Borromeo del Lago Maggiore.
Stresa, infatti, sono legati personaggi del calibro di: Ernest Hemingway (ne parla in “Addio alle armi”), Arturo Rosmini (Stresa è sede del Centro Internazionale di Studi Rosminiani), Chierego Nuzzi (scultrice e pittrice), Elisabetta di Sassonia (moglie del Duca di Genova Ferdinando di Savoia morta a Stresa nel 1912), nonché le prime Miss Italia (Stresa fu sede del concorso dal 1946 al 1949 e nel 1958).
Itinerari dedicati rendono raggiungibili le meraviglie del Lago via terra e via acqua. In particolare si segnalano i servizi di noleggio imbarcazioni e di navigazione non in lineacon partenza da Stresa (Piazzale Lido) per le Isole Borromee. Il servizio, fornito daNavigazione Isole Borromee in via Leopardi 19 a Stresa, consente di compiere un’escursione completa e personalizzata di tutto il Lago Maggiore e dei suoi meravigliosi scorci. Per maggiori informazioni consulta il sito www.mytraveladd.com.
E per tutti i golosi la tappa nelle pasticcerie di Stresa è obbligata: non si possono non assaggiare Le Margheritine, dolcetti tipici inventati nel 1857 dal pasticciere Piero Antonio Bolongaro creati in onore di Margherita di Savoia, futura prima Regina d’Italia (che viveva nella Villa Ducale di Stresa), per la sua Prima Comunione.